Contenitori metallici: a settori componibili

I contenitori metallici a settori componibili sono un esempio di flessibilità e robustezza. Il loro impiego può essere consigliabile quando il volume dei singoli scomparti deve variare nel tempo per adeguarsi a nuove esigenze produttive.

Infatti sia i ripiani (piano orizzontale) che i divisori (contenimenti laterali) possono essere riposizionati anche da personale meno esperto. Lo sviluppo progettuale di questi contenitori - a partire dalla quantità e varietà del prodotto contenuto - tiene conto dei seguenti fattori :

- Periodicità della riconfigurazione (ogni giorno, mese, anno)

- Tempo e capacità dell’operatore disponibile

Se la necessità è riconfigurarlo ogni giorno e non si ha a disposizione il giusto personale da dedicare, probabilmente converrà optare per una applicazione semi automatica - più costosa in termini di prodotto ma a manodopera zero.

Se invece la riconfigurazione è annuale - avendo un minimo di praticità - è consigliabile scegliere sistemi imbullonati  (svito-sposto-avvito). Gli altri casi ricadono nel mezzo di questi due estremi.

Opportunamente gestiti, questi contenitori metallici (e non solo) possono essere dotati di conta pezzi (minimo scorta programmato) per avvisare in tempo via rete LAN l’operatore addetto al riempimento, conteggiare le scorte in funzione dell’avanzamento linea ed annotare eventuali mancanze o anomalie.

P+© 2011 LOMA srl - automazione industriale - Riproduzione riservata